Semi di chia, la marmellata si rinnova

Ami la marmellata ma ti senti in colpa quando la mangi? Non farlo! Abbiamo noi la ricetta che fa per te, è piena di frutta, non ha zucchero e soprattutto sfrutta le grandi qualità dei semi di chia. La storia di Anna e Lorenzo, che puoi leggere cliccando qui, ci ha fatto capire che gli uomini in grado di stupire una donna con un gesto di dolcezza esistono eccome! Allora ci siamo messe all’opera per provare ad eguagliare Lorenzo; abbiamo chiesto aiuto ai nostri amici di Orodorienthe per avere i migliori semi di chia bio sul mercato e suggerirvi il modo migliore per consumarli. Il risultato ci ha letteralmente entusiasmate!

 

Continua a leggere

Torta di nocciole e mele, la storia di Mara

Torta di nocciole e mele

Voglio dire la mia anche io sulle delusioni d’amore! E la mia è, non vi confondete. Gli amici sono amici e non fidanzati potenziali!

Mara ci scrive da Roma dove da anni vive e lavora. Fiorentina, 30 anni, ci racconta con grande ironia la storia del suo grande fraintendimento, un qui pro quo chiamato Giovanni. “Io e Giovanni abbiamo fatto il liceo assieme, siamo stati sempre molto legati e complici. E in fatto di ragazze, beh non ce n’era una che non mi “sottoponeva” con la speranza di capire se era quella giusta o meno. E quando ho conosciuto Ivana non ho avuto dubbi: era quella giusta“.

Continua a leggere

Crema al limone con fragole: arrivano “I 7 Nani”

 

DSC_6160

Cremolo sarebbe orgoglioso di noi

Una principessa da risvegliare, fiabe reinterpretate, personaggi noti presi qui e là per raccontare una favola tutta nuova. Il 30 aprile esce in sala I 7 Nani, un film d’animazione tedesco che rilegge i grandi classici della letteratura per bambini con uno spirito moderno e vivace.

Al centro del racconto c’è Bobo, il più giovane e scapestrato dei nani che per sbaglio fa addormentare la principessa Rose trasformando in realtà i suoi incubi di bambina. Grazie all’aiuto dei suoi più cari amici e di un drago strampalato dovrà affrontare un lungo e fantastico viaggio attraverso luoghi magici per rimediare al suo pasticcio.

Continua a leggere

Biscotti alla nocciola con panna

Biscotti morbidi cuor di nocciola by @AlzatiecCucina

Biscotti morbidi cuor di nocciola by @AlzatiecCucina

E se il segreto della felicità fossero i biscotti alla nocciola? Magari con un po’ di panna, vagonate di cacao e una spruzzata di liquore? E per non farci mancare niente con una nocciola intera al centro, così prima ti puoi gustare un impasto morbido, poi arriva l’energica croccantezza della frutta secca. Sì, devono essere per forza loro. E dire che i biscotti alla nocciola sono nati per pura fortuna. Hai presente quando vuoi fare qualcosa e ti accorgi che ti manca l’ingrediente principale? Ecco, ci è successo e abbiamo reagito improvvisando.

Così dopo aver accarezzato per ore l’idea di cucinare questi deliziosi dolcetti, aver pesato tutte le farine e il cacao arriva la consapevolezza di aver finito il burro. Fortunatamente avevamo in frigo svariati litri di panna da montare e abbiamo pensato di utilizzarla. Quelli che dovevano essere dei classici frollini, un po’ più gustosi della media, sono diventati dei biscotti morbidi dal gusto delicato. In una parola, delle bombe in grado di risollevare l’umore, rinsaldare gli affetti, alleggerire il cuore. Se volete far pace con qualcuno o provare a conquistarlo, provateli.

Biscotti alla nocciola con panna

Biscotti alla nocciola con panna

La nocciola regna sovrana

Ingredienti per una ventina di biscotti

  • 50 grammi di farina integrale di farro
  • 50 grammi di farina integrale di riso
  • 20 grammi di cacao amaro
  • 50 grammi di farina di nocciole
  • 50 grammi di miele
  • Mezza bustina di lievito per dolci
  • Un tuorlo
  • Panna liquida quanto basta
  • Nocciole tostate intere
  • Vaniglia
  • Del liquore a piacere

 

Tempo: 30 minuti                         Difficoltà: Per principianti

Procedimento

Per preparare i biscotti alla nocciola, mescola in una terrina le farine con il lievito, il cacao, il miele, la vaniglia, il liquore e il tuorlo. Inizia a mescolare con una forchetta e poi aggiungi la panna poco alla volta. Il composto dovrà risultare morbido.

Prendi poco impasto alla volta, metti al centro di esso una nocciola intera, poi richiudi e appallottola i biscotti che sistemerai su una teglia coperta con carta da forno. Distanzia sufficientemente i dolci perché in cottura diventeranno più grandi.

Metti la teglia in forno statico a 180° (riscaldalo in anticipo) e fai cuocere per venti minuti facendo attenzione a non bruciarli.

Biscotti alla nocciola con panna

Un dettaglio dell’impasto

Varianti

Se hai bisogno di una dose extra di calore e affetto, aggiungi al’impasto dei biscotti alla nocciola del cioccolato fondente grattugiato. Per un sapore più deciso usa il Frangelico, il liquore alle nocciole che…è davvero spettacolare.

We want you!

Se i biscotti alla nocciola ti sono piaciuti un sacco e vuoi raccontarci quale cibo o quale ricetta ti hanno consolato in un difficile momento sentimentale, scrivi una mail ad alzatiecucina@gmail.com oppure compila il modulo che trovi sulla home page del nostro sito, Alzati e Cucina – Ricette per il mal d’amore. E non finisce qui! Perché c’è anche la nostra pagina Facebook. Allora, ci scrivi?

Ciambellone integrale alla vaniglia di nonna Amalia

Amalia - Mia nonna

Nonna Amalia

Amalia era una nonna meravigliosa, una donna bella, dotata di un umorismo aspro e graffiante, quello tipico della ‘gente di Roma’. Al di là di qualsiasi altra caratteristica, nonna Amalia era al cento per cento una fiera figlia della Capitale, una delle ultime ad usare il dialetto romano vero e non quella storpiatura cafona che va tanto di moda oggi.

Per lei, discendente di una famiglia nata e cresciuta nel rione Monti, il primo e il più grande di Roma, le pesche erano le persiche, le ciliegie erano le cerase e gli uomini delle creature da frequentare fino a quando non le venivano a noia.

Ad onor del vero, nonna Amalia era una donna volubile e si stancava presto di relazioni amorose, ma nonostante ciò ha avuto un marito devoto e, dopo essere diventata vedova a soli 42 anni, anche due fidanzati. Il tutto senza troppi sussulti emotivi e seguendo una direttiva unica e basilare: “falli piagne tutti”. E con tutti intendeva proprio gli uomini tutti.

Seguendo questa filosofia di vita non solo nonna Amalia è riuscita a vivere gloriosamente per 94 anni facendo venire “i dolori agli altri” fino alla fine, ma ha sempre rivendicato la sua natura di combattente, di donna indipendente che non ne voleva sapere di arrendersi e di sentirsi sconfitta ancor prima di iniziare lo scontro.

Per tutti questi motivi dedichiamo a lei e alla sua indole combattiva, il nostro ciambellone integrale alla vaniglia, rivisitazione della ricetta semplice e casalinga che lei amava tanto. Continua a leggere

Torta di mele Biancaneve, per una principessa dal cuore ferito

Torta di mele con yogurt e cannella

Stregati dalla torta di mele

Torta di mele, già solo pronunciare il nome di questo dolce provoca in noi un turbine di sentimenti. Siamo portati a pensare ad un piatto consolatorio, una di quelle cose per cui la mattina ti va di alzarti e fare colazione. La nostra torta di mele poi è ancora più speciale delle altre perché è nata appositamente per rimettere in piedi un cuore spezzato, quello della nostra amica Biancaneve che nell’intervista esclusiva che puoi leggere per intero qui, ci ha raccontato di come la sua vita sia completamente sottosopra dopo la separazione dal Principe Azzurro.

Per tirarla su di morale ci siamo messe a trafficare ai fornelli. Ammettiamo di non essere state originali nel proporre una torta di mele a Biancaneve, ma certe tradizioni vanno rispettate e poi questa morbidissima creazioni è quella più giusta in caso di crisi acuta. Perciò….

Continua a leggere

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: