Paccheri ripieni, il classico delle feste

Paccheri ripieno

Paccheri appena sfornati

Paccheri per tutti! E non è una minaccia, ma la nostra parola d’ordine per le prossime feste di Natale. Preparare i paccheri ripieni è un gesto d’amore di cui tutti ti saranno grati. Con un sugo così ricco e una besciamella così profumata non potrebbe essere altrimenti. Del resto con la Noce Moscata di Ceylon di Orodorienthe  non potrebbe essere altrimenti. Se ti è venuta voglia di acquistarla, vai a curiosare tra gli scaffali virtuali, non te ne pentirai! Clicca qui per visitare la loro pagina Fb.

Continua a leggere

Cacio e pepe, storia di un cameriere al bacio

pasta cacio e pepe

Semplice e gustosa

Ci sono uomini che per decidersi a fare il primo passo fanno passare giorni, mesi, a volte anche anni. E poi c’è Mimmo, un cameriere di Bari che bacia appassionatamente la sua Carmelina a poche ore dal primo incontro. “E fui rimproverata da mio padre per questo. Anzi, diciamo che le ho proprio prese di santa ragione“.

Carmelina ci racconta la sua storia con la dolcezza di una bella signora che il tempo non ha osteggiato. “Ma gli acciacchi ce li ho tutti, ho sempre 75 anni eh!” E ne aveva solo 17 quando ha incontrato l’amore della sua vita, Domenico, un ventenne di Bari che lavorava come cameriere nel ristorante di suo zio. “Quella sera mi è preso un colpo al cuore, in tutti i sensi. Per la prima volta ho capito cosa volesse dire piacere a qualcuno“.

Continua a leggere

Fusilli integrali con stracchino, zucca e rosmarino

fusilli stracchinoezucca

Fusilli d’autunno con zucca, stracchino e rosmarino

Sono un tipo strano, lo ammetto. Sono talmente innamorata della pasta che ogni occasione è buona per prepararmi un piatto di spaghetti o di fusilli

Angela è una simpatica ragazza di Lamezia Terme, studentessa modello di Economia che però si è dovuta rimboccare le maniche per non finire a fondo. “Ho ripreso l’università solo lo scorso anno dopo un lungo periodo di sospensione legato alla malattia di mio papà. Fortunatamente adesso si è ripreso ed è tornato a lavorare, ma agli inizi è stata dura ed è toccato a me gestire il negozio di stoffe di famiglia“. Continua a leggere

Spaghetti all’Aglione – La storia di Renata

Spaghetti pomodoro e aglio

Spaghetti integrali all’Aglione

Ci siamo tanto divertite a leggere la storia che ci ha raccontato la nostra lettrice Renata incentrata sull’incontro con Pietro, segnato indelebilmente da una spaghettata all’aglio che ha rischiato di mettere in pericolo la nascita di un amore.

Si conobbero a casa di un’amica comune durante un dopocena alcolico in allegria sulla sua splendida terrazza in centro a Roma. “Bastò uno sguardo per far scoccare la scintilla e bastò un inspiegabile rifiuto da parte di lui a stroncare tutto”. Continua a leggere

Penne integrali alle erbe aromatiche – La storia di Daniele

pasta integrale con erbe aromatiche

Penne integrali alle Erbe Aromatiche

L’ho conosciuta per caso grazie a un ‘impiccio’ del mio coinquilino, ma quella serata iniziata davanti a un piatto di pasta ci ha cambiato la vita.

Ci scrive una e-mail molto carina Daniele, raccontandoci l’inizio un po’ stravagante della sua storia d’amore con Virginia e parlandoci della loro ricetta del  cuore. Vivevano insieme da due anni Daniele e Enrico, avevano iniziato entrambi una nuova vita a Roma dopo aver tentato invano di cercare un lavoro nel loro paese d’origine in provincia di Lecce. L’inizio fu difficile ma proprio quando le cose sembravano prendere una piega lavorativa positiva arrivò la batosta. Monica, la ragazza storica di Enrico rimasta al paese, decise di punto in bianco di mettere fine alla loro storia d’amore lunga 12 anni. La lontananza fa brutti scherzi. Continua a leggere

Sformatini di pasta integrale con zucchine e tomino

sformatinozucchine

Sformatino integrale con zucchine e tomino

La minestrina? E’ sottovalutata e guarisce tutto. Mal di gola, raffreddore, mal di pancia e mal d’amore. La si può fare con il brodo di carne, la si può fare buttando un po’ di sedano, una patata, una carota e una cipolla in un pentolino con l’acqua oppure col dado (no, non la fare col dado).

Quella che ti proponiamo oggi è una rivisitazione della classica minestrina, di quelle che non curano i sintomi influenzali ma che provano a risollevare il corpo dal mal d’amore in quelle serate difficili in cui non ti va di uscire, gli amici vogliono venire a cena ma tu vorresti solo sprofondare sul divano perché la tua situazione sentimentale fa schifo e in frigo hai solo una zucchina, un barattolo aperto di polpa di pomodoro, un pezzetto di tomino e una cipolla.

Che dire, hai proprio gli ingredienti giusti per questa ricetta, l’unica cosa che non deve mancarti è la voglia di metterti ai fornelli. L’imperativo è sempre quello: Alzati e Cucina! Rovista nella dispensa in cerca di una qualsiasi confezione di pasta da minestra e inventa, crea con le tue mani qualcosa che può darti felicità. Continua a leggere

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: