Plumcake vegan al cacao e semi di lino

plumcake vegancacaolino

Plumcake al cacao senza uova né burro

Ok, è vero. I dolci con le uova e con il burro hanno un altro sapore, ma chi l’ha detto che è più buono di quelli vegan fatti con latte e olii vegetali? A nostro avviso sono buoni allo stesso modo e te lo dimostro con questo plumcake vegan integrale al cacao, leggero dal gusto deciso che non ha nulla da invidiare alla versione classica.

Il sapore è delicato, sofisticato e cioccolatoso, si inzuppa che è una favola e si mantiene benissimo per 3-4 gg. Ci siamo ispirati ad un altro plumcake vegan, quello al limone e semi di lino ma vi suggeriamo anche il plumcake alle pesche, che non sarà vegano ma è tanto buono e tanto greco.  Dunque, cosa aspetti a munirti di fruste e grembiule? Continua a leggere

Crostata di cioccolato e menta – La storia di Beatrice

crostata cioccolato e menta

Crostata di ganache fondente e menta

Alla vista di quella scatola di cioccolatini sul tavolo ho avuto un tuffo al cuore, ero stata tradita nel modo più vile possibile. Era tutto finito.

Ci racconta la sua storia Beatrice, perché è strettamente legata ad un cibo, anzi a due. Cioccolatomenta, per la precisione a una nota marca di cioccolatini alla menta da gustare ‘dopo le 8’. “Mi regalava una scatola di quei cioccolatini deliziosi ogni mese per festeggiare la ricorrenza del nostro incontro, ma sono stati proprio questi cioccolatini a segnare la fine di tutto“.

Continua a leggere

Muffins integrali con cioccolato, nocciole e banana

Muffin a cuore con banana e cioccolato

Che siano o meno nella versione vegan, questi muffins sono qualcosa di incredibilmente buono. Facili, veloci, gustosi, morbidi, sani e profumati, per la colazione o la merenda, per l’ora del tè o del caffè. Insomma per quando vuoi tu. Continua a leggere

Videoricetta – Muffins al cioccolato e banana

Videoricetta – Muffins al cioccolato e banana

Ciambellone integrale alla vaniglia di nonna Amalia

Amalia - Mia nonna

Nonna Amalia

Amalia era una nonna meravigliosa, una donna bella, dotata di un umorismo aspro e graffiante, quello tipico della ‘gente di Roma’. Al di là di qualsiasi altra caratteristica, nonna Amalia era al cento per cento una fiera figlia della Capitale, una delle ultime ad usare il dialetto romano vero e non quella storpiatura cafona che va tanto di moda oggi.

Per lei, discendente di una famiglia nata e cresciuta nel rione Monti, il primo e il più grande di Roma, le pesche erano le persiche, le ciliegie erano le cerase e gli uomini delle creature da frequentare fino a quando non le venivano a noia.

Ad onor del vero, nonna Amalia era una donna volubile e si stancava presto di relazioni amorose, ma nonostante ciò ha avuto un marito devoto e, dopo essere diventata vedova a soli 42 anni, anche due fidanzati. Il tutto senza troppi sussulti emotivi e seguendo una direttiva unica e basilare: “falli piagne tutti”. E con tutti intendeva proprio gli uomini tutti.

Seguendo questa filosofia di vita non solo nonna Amalia è riuscita a vivere gloriosamente per 94 anni facendo venire “i dolori agli altri” fino alla fine, ma ha sempre rivendicato la sua natura di combattente, di donna indipendente che non ne voleva sapere di arrendersi e di sentirsi sconfitta ancor prima di iniziare lo scontro.

Per tutti questi motivi dedichiamo a lei e alla sua indole combattiva, il nostro ciambellone integrale alla vaniglia, rivisitazione della ricetta semplice e casalinga che lei amava tanto. Continua a leggere

Riso basmati con avocado e salmone, la storia di Claudia

Avete presente gli amori senz’anima? Quegli amori che bruciano forte e in fretta, lasciandosi alle spalle scie di cenere insostenibile?

Riso basmati con avocado, salmone e anacardi by @AlzatieCucina

Riso basmati con avocado, salmone e anacardi by @AlzatieCucina

Ci fa questa domanda Claudia e la risposta che sentiamo di darle è sì, certo che li conosciamo. “Niente di superficiale né di profondo, storie che vagano a mezz’aria e insipide ti guardano a ritroso come per chiederti: ma perché non avete creduto in me un altro po’?” 

Se una cosa ci ha insegnato l’esperienza catartica della creazione di questo blog è che ci sono situazioni che accomunano tutti, a qualunque latitudine. E’ da lei, però, che vogliamo sapere i dettagli di una storia che le ha lasciato l’amaro in bocca e che racconta così, in maniera sintetica, ma efficace: “Lui si è innamorato, ma non ero sicura, poi ho scoperto di essere io quella innamorata ed è stato lui a scappare. Ho provato a spegnere l’interruttore, a disinnamorarmi. E’ tornato con l’occhio lucido, ma non ne potevo più“.

Claudia è una che con le parole ci sa fare, ma quello che traspare dal suo mini racconto, quel sentimento di illusione-delusione, riesce ad andare oltre le parole. Come tutte noi, e voi lettori, anche per Claudia la strada per la rinascita emotiva passa dai fornelli. Continua a leggere

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: