Dalla padella all’abbraccio: Fritti (A)dorati

È saggio applicare l’olio di una raffinata gentilezza ai meccanismi dell’amicizia”                                                                                          [Sidonie Gabrielle Claudine Colette (1873 – 1954)]

DSC_4785

Supplìchevolissimevolmente

Non sarà di certo il metodo di cottura più salutare, su questo siamo d’accordo, ma quanto può essere consolatorio un bel piatto di fritti di pesce? Lo vogliamo dire? Non dirmi che riesci a resistere di fronte a un antipasto di fritti misti con supplì, crocchette, arancini, olive all’ascolana, verdure fritte, patatine fritte e filetto di baccalà, perché non ci credo. Noi no, la manina non riusciamo a trattenerla, e ne andiamo orgogliose. Vogliamo parlare del fiore di zucchina con ripieno di mozzarella e alici? Siamo nel periodo dei bignè di San Giuseppe, ma dove le mettiamo le zeppole, le bombe, le castagnole e le frappe?  E la crema fritta bolognese? Per chi è nato a Roma poi il fritto è quasi un’istituzione, a Roma si frigge di tutto e il fritto alla romana è un must immancabile della tavola di Natale, Pasqua, Capodanno e pure Ferragosto!

Vogliamo darti oggi qualche consiglio per ottenere fritti dorati, il meno unti possibile e infinitamente croccanti. Continua a leggere

Dalla padella all’abbraccio: i carciofi sempre verdi

Carciofi 4

Carciolove

Cosa c’entra la verdura con l’amore? Fatta eccezione per quella lanciata in un impeto di furia contro chi ci ha fatto soffrire, ben poco.

Oggi, vorremmo parlare di come si mantiene vivace il suo colore naturale delle verdure. Per la dimostrazione pratica abbiamo scelto i carciofi, che tendono a scurirsi facilmente e a non mantenere il loro bel colore troppo a lungo. Basta munirsi di una ciotola colma d’acqua e di un paio di limoni.

Continua a leggere

Dalla padella all’abbraccio, la carne perfetta

Filetto di carne di manzo con purè di cavolfiore e patate

Filetto con purè di cavolfiore e patate saporite by @AlzatieCucina

I piaceri della carne sono profondamente collegati alla chimica. Se vi state chiedendo perché avreste dovuto studiare di più al liceo, questa è la risposta: la chimica è ovunque, soprattutto un cucina.

Sapevate che la reazione di Maillard è necessaria per cuocere bene la carne? La carne contiene zuccheri e proteine che reagiscono al calore sviluppando delle molecole che le danno il sapore e creando quella crosticina marrone che impedisce la dispersione dei succhi e mantenendo le fibre morbide. Primo consiglio, la carne deve essere asciutta, perché l’acqua impedisce che la reazione avvenga.

Secondo consiglio, la padella deve essere molto calda, diciamo sui 140°. In questo modo a cuocersi sarà solo l’esterno, mentre dentro la carne resterà umida. Continua a leggere

Dalla padella all’abbraccio: lievitare senza problemi

DSCF4729

cuffietta style

Obiettivo impasto perfetto. Per lievitare in maniera esemplare dei tuoi impasti (pane, pizze, focacce, panettoni e quant’altro) ti consigliamo di attivare il lievito prima di aggiungerlo alla farina. Scioglilo in mezzo bicchiere di acqua tiepida insieme a un cucchiaino raso di zucchero e poi copri con un piattino. Quando il lievito sarà cresciuto fino all’orlo del bicchiere allora lo puoi aggiungere al resto degli ingredienti.

Copri poi la terrina che hai scelto come ‘culla’ del tuo impasto con una cuffietta da doccia. Sì, hai capito bene, di quelle che trovi in omaggio nel beauty-kit degli alberghi, quelle di plastica usa e getta. La fermentazione sarà infatti facilitata dall’assenza di traspirazione e dal calore sprigionato dalla reazione chimica e poi la plastica impedisce l’evaporazione dell’acqua rendendo il tuo impasto omogeneo e tanto tanto soffice. Lievitare non è mai stato così semplice.

E a proposito di crescita e di delusioni la citazione di oggi è quanto mai azzeccata. Siate felici!

Crescere vuol dire avere il coraggio di non strappare le pagine della nostra vita ma semplicemente voltare pagina.  (Jim Morrison)

 


WE WANT YOU!!!

Avete qualche consiglio in più da darci sulla lievitazione degli impasti? Avete qualche asso nella manica che ci è sfuggito? Scriveteci e raccontateci quali sono i vostri segreti per una lievitazione perfetta degli impasti, il nostro indirizzo e-mail è alzatiecucina@gmail.com mentre su Facebook ci trovate a questo link!

 

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: